Francesco Pozzato

Tiber (rolling water) – L’installazione si compone di vari elementi: due strutture in ferro, una che somiglia ad un appendiabiti e l’altra a forma di sdraio con un telo della stessa lunghezza dell’obelisco di Piazza Navona, un remo, una wall ball rivestita di foglia d’oro e un paio di infradito sulle quali è stata stampata la mano della statua colossale della Fortuna, esposta alla Centrale Montemartini a Roma.

Dislocate nello spazio vi sono una serie di sfere in vetro di Murano, una scala in polistirene espanso e una fotografia realizzata in Piazza del Popolo a Roma stampata in pvc.

Questi componenti, quasi in veste di scenografia, si riferiscono tutti all’iconografia del rivus (fiume), nello specifico del Tevere.